Covid-19: alcuni vaccini in sviluppo sono alla fase finale

·1 minuto per la lettura
Vaccino
Vaccino

Sono 200 i vaccini in lavorazione nel mondo per debellare il coronavirus. Ricordiamo come la Russia sembra essere il primo stato ad aver registrato un vaccino anti-covid. Il prodotto dovrebbe essere messo in circolazione da inizio 2021. Secondo i dati riportati dall’istituto Milken di Pasadena, sarebbero attualmente in lavorazione altri 199 vaccini per debellare la pandemia da Covid-19 che sta tutt’ora martoriando gran parte del pianeta. Una ventina di esemplari sembrerebbero già essere in fase di sperimentazione.

Vaccini coronavirus: 5 all’ultimo step

Tra i vaccini anti-Covid attualmente in lavorazione, almeno altri cinque sarebbero giunti all’ultimo step di sperimentazione sull’uomo, quella che è meglio conosciuta come fase 3. Ci riferiamo, precisamente a tre vaccini cinesi prodotti dalla casa Sinopharm all’interno dei laboratori di Pechino e di Wuhan. Ce n’è poi uno prodotto da Sinovac. A questi si aggiungono quello coprodotto dall’università dal Jenner institute dell’università di Oxford e dall’Irbm Advent. Da non dimenticare quello made in USA da parte di Moderna a Cambridge, cittadella della scienza sita a Boston.

Le dichiarazioni di Lindmeier

Lindmeier ha specificato come prima dell’applicazione generale “sono stati riportati risultati che poi richiedono tempo per passare tutte le fasi necessarie”. Per quanto riguarda la Russia, gli scienziati hanno specificato come abbiano creato celermente il vaccino, in quanto si tratta della versione modificata di uno già preesistente, prodotto per fronteggiare altre patologie. Un approccio simile è stato utilizzato anche da altri paesi e società impegnati nella ricerca.