Covid-19, Confindustria giapponese chiede a governo Green pass

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 set. (askanews) - La federazione del mondo degli affari giapponese Keidanren, di fatto la confindustria nipponica, ha presentato oggi al primo ministro Yoshihide Suga una serie di proposte per far ripartire l'attività economica alla luce dei progressi fatti nella campagna di vaccinazione. Tra queste, anche l'idea di eliminare la quarantena di 14 giorni per chi abbia completato il processo di vaccinazione e l'adozione di un passaporto vaccinale interno.

Attualmente tutti coloro che arrivano in Giappone, indifferentemente dall'aver effettuato le vaccinazioni o meno, devono sottoporsi a 14 giorni di isolamento.

La proposta viene mentre nel resto del mondo il passaporto vaccinale è utilizzato sia alle frontiere, sia per accedere a servizi all'interno dei paesi. In Giappone, invece, al momento questo strumento è usato per andare all'estero ma non all'interno del paese e il governo prevede di introdurlo entro la fine dell'anno.

Keidanren ha anche chiesto di ridurre il periodo di quarantena per i viaggiatori non vaccinati a 10 giorni rispetto agli attuali 14.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli