Covid-19, in Giappone 1.800 casi rilevati nelle ultime 24 ore

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 dic. (askanews) - Il Giappone ha registrato nelle ultime 24 ore 1.800 nuovi contagi da Covid-19. In particolare la città di Tokyo, che è la principale preoccupazione al momento per la lotta al coronavirus nel Sol levante, ha registrato 392 nuovi casi, 164 in meno di ieri.

Il dato, come ogni lunedì, sconta il fatto che i test effettuati sono scarsi. Ma viene durante una terza ondata che ha provocato serie preoccupazioni sulla tenuta del sistema ospedaliero e, in particolare, sulla disponibilità di posti letto nelle terapie intensive di Tokyo. Così, se il dato odierno appare rassicurante rispetto a quelli di domenica e sabato, tuttavia rappresenta il più elevato del lunedì, da inizio epidemia. Comunque, rispetto all'attuale cosiddetta "terza ondata", appare in continuità.

Il Giappone, finora, ha affrontato il Covid in maniera piuttosto efficace, secondo diversi osservatori. La sua strategia rispetto all'individuazione e contenimento dei cluster, rispetto a una diagnostica a tappeto, sembra aver funzionato. Tuttavia ci sono dubbi sulla tenuta di questa stratregia in caso di un'accelerazione della circolazione del virus.

A Tokyo al momento ci sono 63 persone ricoverate con sintomi gravi, tre in meno di ieri. Una persona è deceduta. In tutto i posti letto occupati sono 2.154.