Covid-19, Giappone punta a cura domiciliare anticorpi monoclonali

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 ago. (askanews) - Il Ministero della Sanità giapponese sta lavorando per approvare al più presto l'utilizzo domiciliare del cocktail di anticorpi con cui fu curato lo scorso anno anche l'allora presidente Usa Donald Trump, quando fu contagiato dal Covid-19.Lo scrive oggi il Nikkei.

La cura è stata sviluppata dalla statunitense Regeneron Pharmaceuticals e da Roche e dichiara un'efficacia del 70 per cento nel prevenire i sintomi gravi della malattia. E' destinata a pazienti a rischio con sintomi medi e moderati ed somministrata per flebo.

Finora - spiega Nikkei - l'uso è stata limitato a causa del rischio di effetti collaterali, tra i quali shock anafilattici, a pazienti ricoverati o tenuti nei Covid-hotel sotto monitoraggio medico. Ma in Giappone in questo momento è in corso una nuova ondata di contagi provocata dalla variante Delta che sta erodendo la capacità ospedaliera di accogliere pazienti. Così si punta a evitare che i sintomi dei contagiati a rischio degenerino, prima che debbano ricorrere al ricovero.

La cura anticorpale è stata approvata a luglio in Giappone per l'uso ospedaliero.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli