Covid-19, il bilancio di venerdì 16 luglio 2021: i dati regione per regione

·2 minuto per la lettura
Coronavirus bilancio 15 luglio
Coronavirus bilancio 15 luglio

Sono stati diffusi i dati in merito ai casi di Covid-19 aggiornati a venerdì 16 luglio 2021. I nuovi dati in merito alle persone positive al Coronavirus evidenziano 2.898 nuovi casi e altre 11 vittime.

Bilancio Coronavirus venerdì 16 luglio 2021, i casi registrati

I numeri di venerdì 16 luglio 2021 parlano di un tasso di positività 1,4% (+0,1% rispetto al giorno precedente) e di 205.062 tamponi effettuati. In merito al numero di ricoverati ordinari si registra un aumento (+7). Nei reparti di terapia intensiva c’è invece un incremento (+8 ricoveri).

Bilancio Coronavirus venerdì 16 luglio 2021, i dati del giorno precedente

I guariti da Coronavirus sono stati 3.264 come si evince dal bollettino pubblicato giovedì 15 luglio 2021, il tasso di positività è arrivato a quota 1,3% (+0,3% rispetto al giorno precedente). Il ministero della Salute, con la diffusione dei dati, ha messo in mostra come ci sia stato un calo di persone ricoverate nei reparti ordinari (-19) e un aumento in terapia intensiva (+2). Si è alzato il numero dei casi e diminuisce la mortalità a causa del Covid19 e delle sue varianti che si stanno diffondendo in tutto il Paese. I tamponi effettuati sono stati 190.122, le vittime 9.

I numeri più alti si sono registrati in Lombardia (381), Sicilia e Lazio (353), Veneto (318), Campania (253), Toscana (173), Emilia Romagna (167) e Umbria (112). Ci sono invece meno casi in Puglia (42), Marche (40), Calabria (32), Liguria (31), Provincia Autonoma di Trento (23), Provincia Autonoma di Bolzano (22) e Umbria (20). A seguire Molise con 10 casi e Basilicata con 5: nessun caso in Valle D’Aosta.

Bilancio Coronavirus venerdì 16 luglio 2021, come procede la campagna vaccinale

La campagna vaccinale in Italia, con i dati aggiornati a venerdì 16 luglio 2021 alle ore 17, mostrano 60.196.129 somministrazioni, 25.988.014 over 12 hanno completato il ciclo vaccinale con due dosi di vaccino o con il monodose: si tratta di una percentuale del 48,12%.

Le regioni con la media più alta tra dosi somministrate e dosi consegnate sono Lombardia (94,7%) e Puglia (93,3%). Il primo caso evidenzia 10.706.533 dosi somministrate su 11.309.168 consegnate, il secondo invece fa registrare 4.162.119 su 4.462.011. La media più bassa spetta invece a Calabria (86,5%) e Liguria (87,7%). La regione meridionale fa registrare 1.737.925 dosi somministrate su 2.008.552 consegnate, nella regione amministrata da Giovanni Toti 1.513.453 su 1.725.592. La media in Italia si attesta invece a 91,6%: 60.196.219 dosi somministrate su 65.730.946 a disposizione. Intanto c’è paura per il pericolo della variante Delta e per l’aumento dei contagi: diverse regioni rischiano nelle prossime settimane il passaggio in zona gialla.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli