Covid-19, il governo pensa ai controlli per Pasqua

·1 minuto per la lettura
A Pasqua 2021 controlli a tappeto, in campo anche l'esercito
A Pasqua 2021 controlli a tappeto, in campo anche l'esercito

La pandemia da Covid-19 preoccupa il governo italiano che sta pensando di intensificare i controlli durante le festività di Pasqua 2021. Già da settimane è stato firmato il decreto che stabilisce misure stringenti dal 2 al 5 aprile 2021.

Controlli dell’esercito a Pasqua 2021

Le varianti del virus continuano a diffondersi con sempre più velocità ed è per questo che il governo ha pensato di rafforzare i controlli. Già alcune settimane fa il ministro Lamorgese aveva parlato di “situazione necessaria per evitare l’aumento dei contagi“. Secondo quanto riportato da la Repubblica si starebbe pensando a un numero importante di forze dell’ordine in campo: si parla di 70mila agenti. Limitare gli spostamenti è anche la decisione che il presidente della Liguria ha intrapreso per le festività pasquali. In Liguria, infatti, sarà vietato recarsi presso le seconde case e anche in barca. Scenderanno in campo anche i militari dell’esercito impegnati nel progetto “Strade sicure”.

Il provvedimento di Giovanni Toti in Liguria è rivolto a turisti e residenti. Il provvedimento entrerà in vigore da mercoledì 31 marzo e resterà valido fino a lunedì 5 aprile: nel provvedimento rientreranno anche roulotte adibite a seconde case. “Vogliamo evitare l’esodo – commenta Toti – verso il nostro territorio e anche gli spostamenti tra le nostre città“.

I controlli

Secondo la Repubblica, che cita fonti autorevoli delle forze dell’ordine, le persone controllate durante lo scorso fine settimana sarebbero 215mila, 6mila le sanzioni e una quarantina di denunciati. Ma ci sono anche circa 60 attività commerciali chiuse e 300 quelle multate per violazione delle norme anti-Covid.