Covid-19, Merck davanti a Pfizer in negoziati con Ue per fornitura pillole - fonte

·1 minuto per la lettura
Diverse pillole prodotte da Merck & Co contro il Covid-19

di Francesco Guarascio

BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea sta negoziando con Merck & Co e con Pfizer su potenziali contratti di fornitura per i loro farmaci sperimentali contro il Covid-19.

Lo ha riferito a Reuters un funzionario Ue, aggiungendo che le trattative con Merck sono più avanti.

Entrambi i gruppi farmaceutici statunitensi hanno sviluppato pillole antivirali dimostratesi efficaci in sperimentazioni su adulti affetti da Covid-19 e ad alto rischio di sintomi gravi, con un tasso d'efficacia dell'89% per il farmaco Pfizer e intorno al 50% per Merck.

"I contatti sono in corso con entrambe", ha detto il funzionario Ue a conoscenza delle trattative, chiedendo di restare anonimo data la confidenzialità dei negoziati.

Le trattative con Merck sono più avanzate poiché la società ha già iniziato a inviare i dati all'Agenzia europea per il farmaco (Ema), secondo la fonte.

Pfizer non ha ancora presentato i dati sul farmaco, poiché i risultati preliminari delle sperimentazioni sono stati pubblicati solo la scorsa settimana, un mese dopo la pubblicazione dei primi risultati della pillola di Merck.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli