Covid-19, nuovi contagi in Corea del Sud di nuovo sotto quota mille

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 dic. (askanews) - La Corea del Sud è tornata oggi sotto quota 1.000 nuovi casi giornalieri di Covid-19 rilevati, probabilmente per effetto delle regole di distanziamento più stringenti messe in campo per contenere la nuova ondata di infezioni. Lo riferisce oggi l'Agenzia coreana di controllo e prevenzione delle malattie (KDCA).

Il bilancio odierno di nuovi contagi è di 985, rispetto ai 1.092 di ieri. Martedì erano stati 869, lunedì 926, domenica 1.097.

I decessi con Covid delle ultime 24 ore sono stati 17, che portano il numero delle vittime totali da inizio pandemia a 756.

La Corea del Sud ha affrontato in maniera considerata molto efficiente l'epidemia, secondo gli esperti, attraverso una tempestiva capacità di isolamento e tracciamento dei cluster di contagi.

La nuova ondata ha spinto le autorità a considerare l'ipotesi di portare a livello 3, il massimo, le misure di distanziamento, mossa che tuttavia porterebbealla chiusura di molte attività e all'aggravamento di una situazione economica resa difficile dall'epidemia. Attualmente il livello del distanziamento è 2,5.

Da ieri a Seoul, la megalopoli-capitale della Corea del Sud che suscita preoccupazioni tra gli esperti, ha vietato le riunioni con più di quattro persone, con la responsabilità del controllo sui gestori dei locali.