Covid-19, partnership Gsk-CureVac punta a vaccino contro diverse varianti

·1 minuto per la lettura
Il logo GlaxoSmithKline presso uno stabilimento a Stevenage, nel Regno Unito

FRANCOFORTE (Reuters) - Il gruppo farmaceutico britannico GlaxoSmithKline e la società biotech tedesca CureVac hanno raggiunto un accordo da 150 milioni di euro per sviluppare vaccini di nuova generazione contro il Covid-19 efficaci contro diverse varianti in un solo prodotto.

In un comunicato congiunto, le due società hanno detto di puntare a un possibile lancio nel 2022.

Gsk, che possiede una quota in CureVac, sosterrà anche la produzione fino a 100 milioni di dosi del candidato al vaccino di prima generazione contro il Covid-19 di CureVac nel 2021, si legge nella nota.

Per Gsk, il primo produttore di vaccini al mondo in termini di vendite, si tratta di un nuovo tentativo di assicurarsi un ruolo di rilievo nella lotta contro la pandemia, dopo che l'alleanza con Sanofi è stata ostacolata da ritardi nello sviluppo e dopo il termine di una collaborazione simile con la società cinese Clover Biopharmaceuticals.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Sabina Suzzi)