Covid-19, richiesta a Ue per approvare dose extra vaccino Pfizer da ogni fiala

di Jan Lopatka e Emilio Parodi
·2 minuto per la lettura
Un'infermiera tiene in mano una fiala del vaccino Pfizer/BioNTech Covid-19 presso l'ospedale universitario di Coventry

di Jan Lopatka e Emilio Parodi

PRAGA/ROMA (Reuters) - All'Unione europea è stato chiesto di consentire di ottenere da ogni fiala del vaccino contro il Covid-19 sviluppato da Pfizer e BioNTech una dose extra, una pratica consentita altrove che farebbe durare più a lungo le scarse forniture.

Secondo gli esperti, è possibile ottenere sei dosi da ciascuna fiala, una in più delle cinque approvate dall'Agenzia europea del farmaco (Ema).

Il primo ministro ceco Andrej Babis ha detto di aver sollevato la questione con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen al fine di richiedere l'autorizzazione dell'Ema per ottenere un'iniezione extra da ogni fiala il prima possibile.

Il vaccino, prodotto dalla statunitense Pfizer e dalla startup biotech tedesca BioNTech, è l'unico ad aver ottenuto finora l'approvazione della Ue ed è già in somministrazione.

Tuttavia, le scorte sono limitate e il crescente numero di casi di coronavirus sta portando gli ospedali al limite.

BioNTech ha detto che ogni fiala garantisce cinque dosi, ma che è possibile, con l'ago e la siringa giusti, estrarne una sesta.

"Stiamo discutendo con le autorità di regolamentazione se e come la sesta dose, così come gli aghi o le siringhe necessari, potrebbero essere resi disponibili", ha detto un portavoce di BioNTech.

Le autorità italiane hanno già dato il via libera per ottenere sei dosi, superando le linee guida dell'Ema per l'intera Ue.

Approvazioni simili sono state rilasciate dalle autorità di Stati Uniti, Gran Bretagna, Svizzera e Israele, che hanno tutte iniziato prima le campagne nazionali di vaccinazione.

Soren Brostrom, a capo dell'Autorità sanitaria danese, ha detto che è persino possibile prelevare una settima dose da alcune fiale Pfizer e che potrebbe essere fattibile vaccinare più delle 250.000 persone previste nei primi due mesi della campagna danese.

La Ue ha firmato accordi per l'acquisto di un totale di 2 miliardi di dosi di vaccino, che saranno distribuite agli Stati membri in proporzione alle loro popolazioni.

L'Ema non ha risposto a una richiesta di commento.