Covid-19, Seoul: vaccinazioni da II trimestre 2021, senza ansia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 dic. (askanews) - La Corea del Sud ha firmato accordi per la fornitura di vaccini anti-Covid con la Janssen (Johnson&Johnson) e Pfizer. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa Yonhap, spiegando che il piano del governo è quello di partire con le vaccinazioni nel secondo trimestre del 2021.

Gli accordi prevedono l'acquisto di vaccini prevede che le dosi per 10 milioni di persone vengano da Pfizer e quelle per 6 milioni dalla Janssen, secondo quanto ha precisato l'Agenzia coreana di controllo e prevenzione delle malattie.

Seoul ha anche firmato a novembre un accordo per la fornitura di vaccini con AstraZeneca e ha pagato 77,6 milioni di dollari a ottobre al progetto COVAX dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Il governo ha l'obiettivo di fornire vaccini all'88 per cento della popolazione, cioè 44 milioni di persone. Il vaccino AstraZeneca sarà il primo ad arrivare, tra febbraio e marzo, seguito da quello Janssen nel secondo trimestre del 2021. Quest'ultimo ha la caratteristica di essere monodose.

Il primo ministro Chung Sye-kyun ha spiegato che l'avvio della vaccinazione sarà nel secondo trimestre del 2021. "Il governo apporrà la massima attenzione a garantire che i cittadini siano vaccinati il più presto possibile, senza ansie, mentre si studiano con cura la sicurezza e l'efficacia dei vaccini somministrati (all'estero)", ha detto il premier.