Covid-19, ulteriori prove che Omicron causa sintomi più lievi - Oms

·1 minuto per la lettura
Il logo dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) a Ginevra

GINEVRA (Reuters) - Stanno emergendo ulteriori prove del fatto che la variante del coronavirus Omicron colpisca il tratto respiratorio superiore, causando sintomi più lievi rispetto alle varianti precedenti.

Lo ha detto un funzionario dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

"Stiamo assistendo a un numero sempre maggiore di studi che indicano che Omicron sta infettando la parte superiore del corpo. A differenza delle altre (varianti), che potrebbero causare una grave polmonite", ha detto ai giornalisti a Ginevra il responsabile delle emergenze dell'Oms Abdi Mahamud, commentando che potrebbe essere una "buono notizia".

Tuttavia, Mahamud ha aggiunto che l'elevata trasmissibilità di Omicron significa che questa diventerà la variante dominante in poche settimane in molte aree, rappresentando una minaccia nei Paesi in cui una parte elevata della popolazione non è ancora vaccinata.

Le osservazioni sul rischio ridotto di malattie gravi sono in linea con altri dati, tra cui uno studio del Sudafrica, che è stato uno dei primi Paesi in cui è stata rilevata la variante Omicron.

Tuttavia, il funzionario ha anche invitato alla cautela, definendo il Sudafrica un caso "anomalo" poiché ha una popolazione giovane, tra gli altri fattori.

Alla domanda se fosse necessario un vaccino specifico per Omicron, Mahamud ha affermato che è troppo presto per dirlo, ma ha sottolineato che la decisione richiede un coordinamento globale e non dovrebbe essere lasciata unicamente al settore commerciale.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli