Moderna ha in programma test su nuovo richiamo vaccino per ceppo sudafricano

·1 minuto per la lettura
Un vigile del fuoco CalFire riceve la prima dose del vaccino Moderna contro il Covid-19 a El Cajon

(Reuters) - Moderna ha reso noto di voler avviare delle sperimentazioni cliniche per un richiamo del vaccino contro il Covid-19 per la variante sudafricana, dopo che alcuni test hanno dimostrato che il composto già autorizzato potrebbe produrre una risposta degli anticorpi ridotta.

Verrà sperimentato anche un richiamo aggiuntivo del vaccino già in commercio nel corso delle sperimentazioni per verificare se sia in grado di incrementare la risposta anticorpale contro la variante sudafricana. Il regime attuale è di due dosi a distanza di quattro settimane l'una dall'altra.

L'azienda ha affermato nel corso di una conferenza stampa di voler agire con cautela e che prevede che la cura a due dosi sia comunque efficace contro la variante sudafricana e le altre varianti individuate finora.

La casa farmaceutica ha detto di non aver individuato alcun impatto sul vaccino da parte della variante britannica -- che si è dimostrata maggiormente trasmissibile -- nel corso dei test.

Moderna ha in programma di pubblicare i dati delle sperimentazioni contro la variante sudafricana e quella britannica sulla pagina web bioRxiv.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)