COVID-19 a Wuhan gi da agosto? Cina: affermazioni ridicole

Mos

Roma, 9 giu. (askanews) - La Cina ha respinto come "incredibilmente ridicole" le conclusioni di uno studio di Harvard nei quale si ipotizza che i contagi da nuovo coronavirus fossero presenti nella citt di Wuhan gi dal mese di agosto 2019.

La Harvard Medical School, basandosi su immagini satellitari e su dati ottenuti da motori di ricerca, ha ipotizzato che nella citt dove il COVID-19 si originato i contagi fossero presenti gi da agosto. "L'accresciuto traffico all'ospedale e i dati dele ricerche sui sintomi a Wuhan hanno preceduto l'avvio dell pandemia SARS-CoV-2 a dicembre 2019", si legge nella ricerca. "Anche se non possiamo confermare se l'accresciuto volute - continua - sia direttamente collegato al nuovo virus, le nostre prove sostengono un altro recente lavoro il quale mostra che l'emergere del virus avvenuto prima dell'identificazione nel mercato del pesce di Huanan (a Wuhan)".

L'attenzione dei ricercatori si particolarmente concentrata sul parcheggio degli ospedali di Wuhan ad agosto 2019. E "in agosto - continua - abbiamo identificato un'anomala crescita delle ricerche (sul web) sulla diarrea che non era mai stata rilevata nelle precedenti stagioni influenza o nelle ricerche sulla tosse".

La portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying, a cui stata fatta una domanda oggi sulla ricerca nella quotidiana conferenza stampa, ha respinto le affermazioni dei ricercatori. "Penso che sia ridicolo, incredibilmente ridicolo, arrivare a questa conclusione sulla base di osservazioni superficiali come il volume di traffico", ha sostenuto.