Covid, "74% ricoverati in terapia intensiva non vaccinato"

·1 minuto per la lettura

Tra i pazienti ricoverati in terapia intensiva il 74% è costituito da persone che non sono vaccinate con Covid-19 o non hanno completato il ciclo vaccinale. E' quanto emerge dal monitoraggio della rete degli ospedali sentinella della Federazione italiana delle aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso).

Fiaso ha indagato inoltre l’identikit di chi, nonostante il vaccino, sia finito in rianimazione: si tratta per il 70% dei casi di pazienti con gravi comorbidità, affetti da cardiopatia, obesità grave, diabete, broncopneumopatia cronica ostruttiva, neoplasia, o pazienti dializzati, trapiantati o immunosoppressi, sui quali può essersi verificato un fallimento vaccinale causato proprio dalle patologie. Di contro, la percentuale di pazienti non vaccinati e con comorbidità si abbassa al 57%.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli