Covid, a Torino muore bimbo di 10 anni

·2 minuto per la lettura
Covid, a Torino muore bimbo di 10 anni
Covid, a Torino muore bimbo di 10 anni

Tragedia a Torino. Un bambino di soli 10 anni è morto a causa del Covid-19. Il piccolo era stato trasferito, nella tarda mattinata di lunedì 24 gennaio, dall'ospedale di Mondovì al Regina Margherita. Era in condizioni già molto gravi. Il bambino è morto all’alba di martedì nella terapia intensiva della struttura torinese dove era ricoverato.

Come riferiscono fonti sanitarie, il bambino non aveva comorbidità importanti. Era arrivato in ospedale con ipotermia, rabdomiolisi, dolori muscolari importantissimi agli arti inferiori e sospetta miocardite innescati dal virus.

I medici avevano iniziato fin da subito il trattamento specifico contro il Covid, fino ad arrivare alla dialisi. Purtroppo tutti i tentativi si sono rivelati inutili. Il piccolo paziente non era vaccinato per recenti precauzioni di salute in una famiglia di vaccinati.

VIDEO - Vaccino ai bambini, l'appello di Locatelli

"È una notizia che non avremmo mai voluto apprendere, una tragedia per la famiglia a cui ci stringiamo forte, ma anche per la nostra regione che sta mettendo in campo ogni forza per proteggere da questo maledetto virus ogni cittadino, a cominciare dai più piccoli", così in una nota il presidente della Regione Piemonte Cirio.

"Sappiamo dall'ospedale Regina Margherita che i genitori sono entrambi vaccinati, ma che non avevano ancora potuto richiedere la vaccinazione del bambino per ragioni legate al suo stato di salute – aggiunge Cirio – una circostanza drammatica e profondamente dolorosa, che speriamo con tutto il cuore possa far riflettere chi invece non ha impedimenti per vaccinare subito i propri figli. Pur nelle preoccupazioni comprensibili di ogni genitore, è fondamentale capire l'importanza di vaccinare i nostri bambini".

La giovane vittima del Covid era di Nucetto, comune nella provincia di Cuneo, ora sotto shock per la tragica notizia. “Siamo una piccola comunità, è un dramma che ci tocca tutti”, le parole riportate da La Stampa del primo cittadino Enzo Dho, che come tutti i cittadini non ha voglia di aggiungere altro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli