Covid, Abrigani sui vaccini: "Chiedo a gran voce che la vaccinazione diventi obbligatoria"

·1 minuto per la lettura
Coronavirus, Abrignani: "Obbligo vaccinale unica soluzione contro il Covid"
Coronavirus, Abrignani: "Obbligo vaccinale unica soluzione contro il Covid"

Quello dell’obbligo vaccinale, nell’ambito della pandemia da Covid-19, sta diventando un tema che di giorno in giorno diventa sempre più ampiamente discusso e dibattuto.

Ad esprimersi in merito alla delicata questione della necessità di introdurre l’obbligo vaccinale per contrastare il Coronavirus, questa volta è stato Sergio Abrignani, immunologo e membro del Comitato Tecnico Scientifico, che ne ha parlato in un’intervista rilasciata a La Stampa.

Covid, Sergio Abrignani parla dell’obbligo vaccinale

In un’intervista rilasciata a La Stampa, pubblicata dal noto quotidiano nella mattinata di domenica 29 agosto 2021, l’immunologo e componente del CTS, Sergio Abrignani ha espresso la sua opinione in merito all’obbligo vaccinale, definendolo di fatto “l’unica soluzione contro il Covid“, ma ecco cosa ha dichiarato nello specifico:

Chiedo a gran voce che la vaccinazione diventi obbligatoria, per un motivo di sanità pubblica, per mitigare quello che avverrà nelle prossime settimane, cioè un aumento dei ricoveri dei non vaccinati”.

Dunque secondo Abrignani, l’introduzione di un ipotetico obbligo nei confronti della popolazione, in merito alla somministrazione dei sieri anti-Covid, si configurerebbe come l’unica soluzione per contrastare l’avanzata pandemica del Coronavirus e il dato sempre più crescente relativo ai soggetti ricoverati e non vaccinati.

Covid, Sergio Abrignani sull’obbligo vaccinale e il green pass

Nell’intervista rilasciata a La Stampa, pubblicata nella mattinata di domenica 29 agosto 2021, Sergio Abrignani non ha parlato solo di obbligo vaccinale, ma anche di un altro tema molto discusso al momento, stiamo parlando del green pass.

Ecco cosa ha dichiarato nello specifico Abrignani sulla certificazione verde:

“È un ottimo strumento e sta funzionando, credo sarà ancora più efficace quando inizierà a fare più freddo e molte attività all’aperto non saranno più possibili”.

E ancora sui no vax e la necessità dell’obbligo vaccinale:

“Molti esitanti si convinceranno, alcuni contrari al vaccino cambieranno idea, ma ci sarà sempre una quota significativa di no vax animati da certezze paranoidi e quelli non li smuovi, se non imponendo per legge la vaccinazione“.

Covid, Abrignani su obbligo vaccinale e bilancio dell’estate

Sergio Abrignani, nel corso di un’intervista, che è stata pubblicata dal Corriere Della Sera, nella giornata del 27 agosto 2021, ha tracciato un bilancio in merito ai dati da Covid-19 che hanno caratterizzato questa stagione estiva, ecco quanto dichiarato nello specifico:

Non è andata male. Ci aspettavamo entro agosto da 20-40mila casi al giorno. Invece ci siamo fermati a 7-8mila. Può darsi siano sottostimati ma anche se lo fossero saremmo lontani dal picco temuto. Adesso concentriamoci sul prossimo autunno quando le attività si svolgeranno al chiuso. Un virus molto diffusivo potrebbe dar luogo a tanti focolai“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli