Covid, Afp: in Europa superata soglia delle 900.000 vittime

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 mar. (askanews) - Il numero di morti per Covid-19 in tutta Europa ha superato oggi la soglia di 900.000, secondo un conteggio dell'Afp sulla base di dati ufficiali forniti dalle autorità sanitarie dei singoli Paesi. A partire da questa mattina nei 52 paesi e territori della regione - che include anche Russia e Turchia - si contano 900.185 morti per coronavirus su un totale di 40.083.433 casi confermati. Ciò rende l'Europa la regione più mortale, davanti all'America Latina e ai Caraibi (721.581 morti), al Canada e agli Stati Uniti (558.110 morti) e all'Asia (263.250).

La scorsa settimana l'Europa ha registrato una media di 3.000 morti per Covid al giorno, con un calo del 2,3% rispetto alla settimana precedente.

Da un mese a questa parte la regione ha assistito a poco meno di 4.000 morti giornaliere, con un nuovo triste record di 5.700 decessi in 24 ore raggiunto alla fine di gennaio.

Il Regno Unito è il paese più colpito della regione con un totale di 125.580 decessi per 4.263.527 casi, seguito da Italia (102.499 decessi, 3.238.394 casi), Russia (92.937 decessi, 4.409.438 casi), Francia (90.788 decessi, 4.078.133 casi) e Germania (73.656 decessi, 2.581.329 casi).

Insieme, questi cinque paesi rappresentano più della metà delle morti totali per coronavirus in Europa. Rispetto alle dimensioni della sua popolazione, invece, è la Repubblica Ceca il paese con il più alto numero di morti in Europa, con 218 decessi ogni 100.000 persone, seguita da Belgio (194), Slovenia (189), Regno Unito (185) e Montenegro (180).