Covid, Agenas: "Ricoveri in calo, ma i dati di 4 Regioni preoccupano"

Covid, Agenas:
Covid, Agenas: "Ricoveri in calo, ma i dati di 4 Regioni preoccupano"

Covid-19 e ricoveri: qual è la situazione attuale in Italia? Secondo l’ultimo report dell'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali (Agenas), con i dati riferiti all'8 maggio 2022 e pubblicati il 9 maggio, la percentuale di posti letto occupati nei reparti di "area non critica" da parte di pazienti positivi è scesa al 13%. Una settimana fa questo dato era al 15%. Restano però quattro Regioni a superare ancora la soglia del 20%, ovvero Umbria (30%), Basilicata (26%), Calabria (22%) e Abruzzo (22%). Resta ferma, invece, al 4% l'occupazione delle aree di terapia intensiva, mentre un anno fa questo dato era al 24%.

Le terapie intensive in Italia

A livello giornaliero il dato delle terapie intensive è risultato in crescita in Friuli-Venezia Giulia (4%) e Provincia Autonoma di Bolzano (2%), mentre è stato segnalato in diminuzione in Calabria (5%) e Umbria (5%). La stessa percentuale è invece stabile in 16 Regioni e province autonome. Si tratta di Abruzzo (5%), Basilicata (3%), Campania (7%), Emilia-Romagna (4%), Lazio (6%), Liguria (6%), Lombardia (2%), Marche (2%), Molise (5%), Provincia Autonoma di Trento (2%), Piemonte (3%), Puglia (5%), Sardegna (4%), Sicilia (5%), Toscana (4%) e Veneto (2%). In nessuna Regione è stata superata la soglia del 10%.

GUARDA ANCHE - Covid-19, quarta dose di vaccino: ecco a chi è destinata

I reparti di "area non critica"

Sempre a livello giornaliero, ma considerando questa volta l'occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di "area non critica" (i posti letto di area medica afferenti alle specialità di malattie infettive, medicina generale e pneumologia), il dato è risultato in calo, rispetto al rilevamento precedente, in 8 Regioni e Province autonome.

Nello specifico si tratta di Calabria (22%), Friuli-Venezia Giulia (12%), Lazio (15%), Marche (14%), Pa Bolzano (8%), Sicilia (19%), Umbria (30%), Veneto (8%). Il medesimo dato, infine, risulta in aumento in 3 Regioni, ovvero Emilia-Romagna (14%), Molise (13%), Pa Trento (12%). È stabile, poi, in 10. Si tratta di Abruzzo (22%), Basilicata (26%), Campania (16%), Liguria (16%), Lombardia (11%), Piemonte (10%), Puglia (18%), Sardegna (17%), Toscana (10%) e Valle d'Aosta (17%).

GUARDA ANCHE - Rezza: segnali di miglioramento, ospedali verso decongestione

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli