**Covid: albergatori romani a Draghi, 'turismo può risorgere ma servono più fondi'** (2)

·1 minuto per la lettura
**Covid: albergatori romani a Draghi, 'turismo può risorgere ma servono più fondi'** (2)
**Covid: albergatori romani a Draghi, 'turismo può risorgere ma servono più fondi'** (2)

(Adnkronos) – Nella lettera gli albergatori spiegano che “il turismo produce il 13% del Pil nazionale pari a 232 miliardi e la cultura il 6% del Pil nazionale pari a 95 miliardi, per un totale di 327 miliardi. Dei fondi assegnati all’Italia con il Recovery Fund sono previsti al momento per Turismo e Cultura soltanto 8 miliardi, pari solo al 4% dei fondi complessivi disponibili. Chiediamo – esortano – che siano rispettate le proporzioni, quindi che il 13% dei fondi del Recovery Fund vengano assegnati al Turismo pari a 25 miliardi e 6% alla cultura pari a 11 miliardi, per un totale di 36 miliardi per l’intero comparto”.

Gli imprenditori romani puntano a “un trattamento alla pari di imprese in zone rosse a cui la chiusura è stata imposta, con fondi perduti rafforzati e applicazione delle clausole di forza maggiore nei contratti di locazione. Lo stesso trattamento riservato dal governo nel 2020 farebbe collassare l’intera filiera, è necessario un cambio di passo, non c’è più tempo, le imprese turistiche italiane hanno bisogno di aiuti immediati per non scomparire o peggio ancora finire in mano di speculatori esteri o organizzazioni criminali e mandare così perduto quel patrimonio della tradizione italiana dell’ospitalità che ci contraddistingue nel mondo”.