Covid, allarme Centaurus: "Bastano pochissimi minuti per contagiarsi"

A woman squeezing the sample liquid on a test strip while carrying out a Covid-19 rapid self test at home.
Covid, allarme Centaurus: "Bastano pochissimi minuti per contagiarsi"

Cala il tasso di positività in Italia, ma dopo Omicron c'è una nuova variante che fa paura. A lanciare l'allarme su Centaurus è l’infettivologo Andreoni.

VIDEO - Il Long covid ha ‘rubato’ gusto e olfatto a 27 milioni di persone: come si curano ageusia e anosmia persistenti

A mettere in guardia sui rischi della variante Centaurus è Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana malattie infettive (Simit) e professore ordinario di Malattie infettive della facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Roma Tor Vergata. Intervistato dall'agenzia Dire, ha descritto la maggior contagiosità della variante e i possibili scenari futuri.

LEGGI ANCHE: Studio Covid, gene riduce rischio morte del 35%: ce l'ha 1 europeo su 10

"Bastano pochissimi minuti a contatto con una persona infetta per contagiarsi con Centaurus, mentre per essere contagiato da BA.2 i tempi erano molto più lunghi, anche un'ora", ha fatto sapere. Scendono a 24/48 ore anche i tempi di incubazione, ma precisa: "Il numero esatto è sempre un calcolo abbastanza empirico e si fa in funzione della capacità di diffusione. Certamente è ancora più trasmissibile della BA.5 e notevolmente più trasmissibile della BA.2".

Poi ha spiegato: "Centaurus deriva dalla BA.2 e, secondo i dati, la protezione vaccinale, se recente, è buona soprattutto nei confronti della malattia grave. In questo senso il mio consiglio alla vaccinazione rimane molto forte. Si continua infatti a dimostrare che anche verso queste nuove varianti l'immunità, se recente, è assolutamente incoraggiante".

GUARDA ANCHE - Covid nato nel mercato di Wuhan, ecco la prova

Secondo Androni, inoltre, Centaurus diventerà predominante nel nostro Paese. "Certamente da una parte questo preoccupa, perché non sentivamo il bisogno di una variante ulteriore e più contagiosa, soprattutto in vista dell'autunno. In termini di gravità di malattia la Centaurus non sembrerebbe però avere una aumentata patogenicità, anche per quanto accaduto in India e negli altri Paesi dove è stata individuata. Ovviamente dobbiamo aspettare maggiori dati per poter formulare un giudizio più definitivo", ha dichiarato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli