Covid: Andrea Casta dedica brano a nightlife dimenticata, 'in discoteca rassegne giovani'

·1 minuto per la lettura

E’ dedicato alla rinascita e alla nightlife dimenticata "No man no cry", il nuovo brano di Andrea Casta che uscirà domani su etichetta Black Lizard Records. Il musicista e producer ripropone la hit del dj berlinese Oliver Koletzki in una veste completamente nuova, rilanciando questo successo mondiale 6 anni dopo la versione di Jimmy Sax (140 milioni di views su Youtube e 31 milioni di streams su Spotify).

"Ormai è chiaro che ci dobbiamo avviare a una ripresa graduale e controllata per tutti i settori – spiega l’artista che invoca la riapertura dei luoghi di intrattenimento - in tantissime nazioni sono già stati portati avanti progetti pilota che hanno fatto capire come sia possibile ripartire subito con concerti e spettacoli, facendolo in sicurezza" e lancia una proposta: "A prescindere dal ballo pur di ripartire in sicurezza perché non riapriamo subito le discoteche destinandole a concerti e rassegne di giovani emergenti, dai cantautori ai rapper e band? I grandi teatri e spazi per eventi e spettacoli stanno faticando a trovare soluzioni sostenibili per i tour estivi: molte discoteche - conclude Casta - hanno logistica e organizzazione per far ripartire da subito l’offerta musicale! Tutti noi artisti, dj e imprenditori sappiamo come farlo con responsabilità e vogliamo solo contribuire a questa rinascita senza più rimandarla".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli