Covid, Andreoni: "Lockdown di città o Regioni per bloccare epidemia"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"La situazione è molto complicata, il trend dei casi è in costante aumento e le condizioni dei pazienti Covid che arrivano in ospedale e vengono ricoverati sono sempre più gravi. E' chiaro che di fronte a soluzioni che hanno un impatto economico e sociale importante, occorre agire con gradualità, quindi partire con lockdown di intere città e poi di Regioni, per bloccare l'epidemia. Va ricordato che gli effetti non si vedranno subito ma dopo 3-4 settimane, come già accaduto a marzo". Lo suggerisce all'Adnkronos Salute Massimo Andreoni, direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit).

"C'è in molti ospedali italiani il rischio di una saturazione dei posti letto Covid - aggiunge Andreoni, primario di Malattie infettive al Policlinico Tor Vergata di Roma -. Fermo restando che gli ospedali devono mantenere la loro attività no-Covid per le altre malattie che colpiscono la popolazione. Non abbiamo ancora raggiungo il livello di allerta per la saturazione delle terapie intensive, che è considerato il 30% a livello nazionale, ma siamo al 21%, quindi non possiamo dormire sonni tranquilli".