Covid, Arianna Alessi: "Otb Foundation in campo, nostra sfida aiutare in tempi rapidi"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·4 minuto per la lettura

"Oggi la nostra sfida è dare una mano in tempi rapidi. Siamo veneti, siamo pratici e vogliamo aiutare dove serve". Parola di Arianna Alessi, vice presidente di Otb Foundation, nonché compagna di vita e braccio destro del patron di Otb, Renzo Rosso, che all'Adnkronos racconta l'impegno messo in campo da parte della fondazione no profit nella lotta al Covid da un anno a questa parte. "Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto finora - spiega Alessi -. Sin da febbraio 2020 siamo stati attivi e abbiamo fatto grandi investimenti e acquisiti di dpi e respiratori che sapevamo sarebbero serviti. A marzo abbiamo potuto rifornire più di 100 strutture: siam partiti dagli ospedali piccoli e poi abbiamo ricevuto richieste da realtà più grandi come il Sacco, il Niguarda, il Fatebenefratelli. Abbiamo aiutato 13 Regioni, oltre alle Rsa, alle case di riposo e alle case famiglia, spesso nell'emergenza creiamo progetti e il Covid ci ha permesso di fare questo".

Sia Otb, il gruppo che fa capo all'imprenditore veneto, sia la Fondazione, hanno lavorato incessantemente per supportare il personale medico, le persone affette dal virus, e la popolazione con iniziative di diverso tipo. L'ultima è la collaborazione iniziata a inizio pandemia con la direzione dell’Ulss 7 Pedemontana per sistemare i locali della nuova sede di vaccinazione a Bassano Del Grappa (Vi), il cui potenziale bacino di utenza supera le 100.000 persone. Inoltre, tra il 2020 e il 2021 Otb Foundation ha finanziato i lavori di conversione di reparti ospedalieri in aree Covid, e sostenuto le spese di positivi asintomatici in isolamento fiduciario fuori casa, grazie a strutture alberghiere che hanno contribuito a liberare posti negli ospedali.

"Dopo aver fornito le attrezzature che servivano abbiamo aperto degli hotel per positivi asintomatici in modo da svuotare le stanze degli ospedali e alleggerire il carico di pazienti - spiega Alessi -. Ora l'impegno riguarda i vaccini: ci siamo resi disponibili con l'Ulss 7 Pedemontana per ristrutturare i locali di un nuovo centro vaccinale all'ex Eurobrico di Bassano del Grappa e in tre settimane siamo pronti a farlo. Inoltre abbiamo già trovato un centinaio di volontari che verrano convocati dall'Ulss per fare formazione e partire tutti con questa grande campagna vaccinale".

L'impegno della Fondazione non finisce qui: Otb Foundazion ha fornito beni alimentari di prima necessità e prodotti farmaceutici a molte famiglie alle prese con seri problemi economici, anche attraverso il sostegno a empori solidali già operativi e altri che sta aiutando ad aprire e donato centinaia di tablet a istituti di tutto il Paese. "Con Renzo e con la persona che lavora con me alla Fondazione siamo stati al telefono notte e giorno - sottolinea Alessi -. Ce l'abbiamo fatta perché ci abbiamo messo la faccia, siamo stati in prima linea, sicuri che tutto arrivasse nei tempi giusti e ai reparti giusti. Siamo orgogliosi di dire che la Fondazione è appoggiata in tutto e per tutto da Otb e che ogni euro viene donato ai nostri progetti. Quest'anno è stato dedicato alla lotta al Covid".

Alla crisi generata dalla pandemia è stata dedicata anche l’ultima edizione del bando annuale di Otb Foundation che finanzia enti non profit impegnati a rispondere ai nuovi bisogni emergenziali in Italia. E come altre aziende del settore, anche il gruppo Otb ha messo a disposizione propri locali per l’allestimento di centri vaccini anti- Covid per la popolazione, e ha predisposto un piano vaccinazioni, con adesione su base volontaria, per i suoi oltre 2.000 dipendenti italiani. "Sono molto fiduciosa del governo Draghi - spiega Alessi - mi piace molto la figura del premier, parla poco ma quando lo fa è con cognizione di causa, mi fido di lui. Noi cerchiamo di fare la nostra parte, aspettiamo i vaccini".

Soddisfatto dei risultati raggiunti anche Renzo Ross o, presidente di Otb e di Otb Foundation: "Arianna ha fatto un lavoro pazzesco - dice all'Adnkronos -. E' stata chiamata a parlare al Senato e questo esprime tutto quello che la fondazione sta facendo. La nostra fondazione sta movendo diversamente dalle altre, senza spreco di spese. Questa è una cosa bellissima".

Inoltre, aggiunge Rosso, "abbiamo avuto un sacco di adesioni di volontari tra i nostri dipendenti per assistere le vaccinazioni al centro di Bassano Del Grappa, ed è un risultato fantastico. Appena possibile, inoltre, inizieremo a vaccinare in azienda, il 99% dei dipendenti si vuole vaccinare, questo dimostra ancora una volta serietà e voglia di dare una mano alla comunità". (di Federica Mochi)