Covid, arriva il tampone a distanza: l'ultima rivoluzione

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Covid, arriva il tampone a distanza: l'ultima rivoluzione (Photo by Marco Cantile/LightRocket via Getty Images)
Covid, arriva il tampone a distanza: l'ultima rivoluzione (Photo by Marco Cantile/LightRocket via Getty Images)

Un nuovo strumento è a disposizione per indagare i casi di coronavirus: si tratta di un sistema di “tampone a distanza” sviluppato dall’azienda britannica Hyris Global Diagnostics e preso in prestito dall'università degli Studi di Perugia per mettere a punto un nuovo modello di monitoraggio sul territorio.

I test, molecolari e antigenici, possono venire eseguiti in qualsiasi posto (dalle scuole alle Rsa), poi i risultati possono venire analizzati in tempo reale e trasmessi in formato digitale al laboratorio di Microbiologia dell'ospedale di Perugia, che dà l'input alle procedure di sanità pubblica che scattano quando viene riscontrata una positività al virus.

GUARDA ANCHE - Arcuri: “Entro fine anno 30 milioni di vaccinazioni”

“I test molecolari standard richiedono varie fasi analitiche, uno strumento estrattore, un amplificatore e sedute per una novantina di campioni che durano 4-6 ore - ha spiegato all’Agi la professoressa Antonella Mencacci, del dipartimento di Medicina e Chirurgia, responsabile del progetto – tutte le fasi in questo caso avvengono all'interno dello strumento, al cui interno il tecnico di laboratorio inserisce un supporto metallico, il campione e i reagenti”.

“Il software è manovrabile da qualsiasi dispositivo digitale, da un iPad o da un telefono, senza bisogno di collegarlo a un computer”, ha proseguito la dottoressa. Così i risultati arrivano direttamente in laboratorio e vengono inseriti nei database, risparmiando tempo prezioso, fino a 24 o 48 ore in meno rispetto ai tempi attuali.

“Prima della sperimentazione - ha concluso la professoressa Mencacci - abbiamo già confrontato il nuovo modello di diagnostica con quello tradizionale e abbiamo visto che la corrispondenza è ottima”.

GUARDA ANCHE - Nanoanticorpi per sconfiggere il Covid-19