Covid: Artusa (Sistema trasporti), 'Ffp2 raccomandata su bus? Zingaretti spieghi'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 dic. (Adnkronos) – "Conosciamo bene la situazione dei bus di linea che lasciano a piedi gli studenti, come documentato dall'Adnkronos. Non solo la conosciamo anche grazie alle decine di segnalazioni che ci arrivano da tutta Italia, ma l'avevamo anticipata come conseguenza degli ingressi scaglionati. Adesso arriverebbe la raccomandazione della Regione Lazio sulle mascherine Ffp2 per prevenire il contagio. Si va a tentoni. Zingaretti ci spieghi perché raccomandazione e non obbligo per le Ffp2 sui bus e perché non si va verso la direzione del principale nodo da sciogliere che è la mancanza di tracciamento". Ne parla con l'Adnkronos Francesco Artusa, presidente Sistema Trasporti, la principale associazione Ncc-bus turistici italiana.

"Relativamente ai disservizi dei mezzi pubblici denunciati dagli studenti, non crediamo infatti sia una coincidenza – denuncia Artusa – che siano iniziati con lo scaglionamento degli orari, misura completamente inefficace per la riduzione dei contagi, visto che è priva di tracciamento ed esclusivamente utile alle casse delle aziende del trasporto pubblico locale che in questo modo può fare più corse con gli stessi mezzi, anche se al primo imprevisto, qualcuno resta a piedi. "Adesso – prosegue – arriva la probabile raccomandazione e non obbligo di Ffp2 sui mezzi di trasporto pubblico per l'impossibilità dichiarata alla stampa dal Governatore del Lazio di effettuare i controlli".

"Non credo che queste ultime misure sulla Ffp2 si riveleranno utili o risolutive, non si è mai manifestato un vero interesse verso la salute collettiva, o verso i ragazzi e i sacrifici a cui sono stati costretti, insieme alle loro famiglie. La priorità – conclude – sembra essere la salvaguardia dei ricavi del trasporto pubblico locale, come hanno dimostrato ulteriori milioni di euro di ristori, concessi dal Governo in questi giorni. Soldi che potevano essere spesi per servizi dedicati, consentendo il tracciamento ed azzerando i disservizi sulle linee".

(di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli