Vaccino AstraZeneca, nuovi dati a Usa: "Efficace al 76%"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Nuovi dati sul vaccino anti-covid Astrazeneca. A presentarli la stessa azienda farmaceutica al Data Safety Monitoring Board americano. Dai dati emerge un'efficacia del 76% nella prevenzione della malattia sintomatica e del 100% della malattia grave o critica e dell'ospedalizzazione. Il vaccino, stando ai dati aggiornati diffusi da Astrazeneca, ha dimostrato un'efficacia dell'85% contro la malattia sintomatica nei partecipanti di età pari o superiore ai 65 anni.

"L'analisi primaria è coerente con la nostra analisi provvisoria rilasciata in precedenza e conferma che il nostro vaccino Covid-19 è altamente efficace negli adulti, compresi quelli di età pari o superiore a 65 anni", ha dichiarato Mene Pangalos, vicepresidente esecutivo, BioPharmaceuticals R&D. "Non vediamo l'ora di presentare la nostra richiesta di autorizzazione all'uso di emergenza negli Stati Uniti e di prepararci per il lancio di milioni di dosi in tutta l'America".

Due giorni fa il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) affermava che AstraZeneca potrebbe aver "incluso informazioni obsolete" nei risultati della sperimentazione clinica del vaccino anti-Covid negli Stati Uniti, che potrebbero aver fornito "una visione incompleta dei dati di efficacia". La dichiarazione era stata diffusa dall'agenzia americana dopo che la società farmaceutica anglosvedese aveva pubblicato lo studio relativo alla fase tre della sperimentazione in America, che mostrava una efficacia del 79% nella prevenzione dei casi asintomatici e del 100% nella prevenzione della malattia grave e del ricovero ospedaliero.

L'analisi primaria di efficacia ha incluso 190 casi sintomatici di Covid-19 (sui 32.449 partecipanti allo studio, controllato verso placebo), ossia 49 in più rispetto a quelli esaminati nell'analisi ad interim (141). Il vaccino è stato "ben tollerato e non sono stati identificati problemi di sicurezza relativi" alla somministrazione. "Ci sono stati 8 casi di grave Covid-19 osservati nell'analisi primaria, tutti nel gruppo placebo". Rispetto ai 190 casi dell'analisi primaria, precisa ancora la compagnia, "ci sono 14 casi aggiuntivi possibili o probabili da valutare, quindi il numero totale di casi e la stima puntuale possono variare leggermente".

I nuovi dati sono stati inoltrati al Data Safety Monitoring Board (Dsmb) statunitense e verranno presentati nelle prossime settimane per la pubblicazione su una rivista peer-reviewed. AstraZeneca punta ora a un'autorizzazione all'uso d'emergenza (Eua) del vaccino da parte dell'agenzia regolatoria Usa Food and Drug Administration (Fda).