Covid, Astrazeneca e Pfizer riducono il rischio contagio di due terzi

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
(Victoria Jones/PA via AP)
(Victoria Jones/PA via AP)

Una sola dose di vaccino AstraZeneca o Pfizer riduce il rischio di contagio da Covid-19 di circa due terzi. È quanto conclude uno studio riportato dal Guardian e realizzato dagli scienziati dell'Università di Oxford e dell'Office for National Statistics dopo aver esaminato i risultati dei tamponi di più di 350.000 persone nel Regno Unito tra dicembre 2020 e aprile 2021. Nei volontari vaccinati con un'unica dose (tanto in quelli anziani e vulnerabili quanto in quelli più giovani e sani), infatti, il tasso del rischio di contagio risultava ridotto del 72% per le infezioni sintomatiche e del 57% per le infezioni asintomatiche rispetto ai volontari non vaccinati. 

La seconda dose del siero Pfizer, si legge poi sul Guardian, ha ulteriormente potenziato la protezione, abbassando il rischio di infezioni sintomatiche fino al 90% e di infezioni asintomatiche fino al 70%. Per quanto riguarda la seconda dose di AstraZeneca, dal momento che il vaccino è stato approvato e lanciato più tardi, gli studiosi hanno segnalato che è ancora troppo presto per valutare l'impatto delle due somministrazioni.

VIDEO - Covid, in arrivo il vaccino spagnolo

I risultati della ricerca, pubblicati in pre-print, sono di particolare importanza perché non solo supportano la decisione del governo britannico di dare la priorità all'inoculazione della prima dose di vaccino alle persone anziane e più vulnerabili, ritardando il richiamo, ma anche “perché dimostrano l'effetto protettivo dei vaccini anche contro la variante inglese, altamente infettiva e più letale”, scrive ancora il Guardian.

Gli autori dello studio hanno scoperto inoltre che a distanza di 21 giorni dalla prima dose, cioè il tempo di cui ha bisogno il sistema immunitario per reagire, le infezioni da Covid-19 sono diminuite di una quota pari al 65%. In generale, ha affermato Koen Pouwels, uno dei ricercatori del team di esperti, una forte risposta anticorpale è stata raggiunta nel 95% delle persone che hanno ricevuto l'uno o l'altro vaccino.

VIDEO - Vaccini, Venditti: "Ho fatto Astrazeneca, vaccino proletario"