Covid, Astrazeneca: vaccini Anagni? Destinati a Paesi a basso reddito

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 24 mar. (askanews) - "Ci teniamo a chiarire alcune dichiarazioni inesatte relative alle dosi di vaccino nello stabilimento di Anagni. Non ci sono esportazioni attualmente pianificate se non verso i paesi COVAX. Ci sono 13 milioni di dosi di vaccino in attesa di inviare il rilascio del controllo qualità a COVAX come parte del nostro impegno a fornire milioni di dosi ai paesi a basso reddito, il vaccino è stato prodotto al di fuori dell'UE e portato nello stabilimento di Anagni per essere riempito in fiale". E' quanto chiarisce Astrazeneca a proposito delle polemiche suscitate dall'individuazione nella stabilimento Catalent di Anagni, di 29 milioni di dosi di vaccino.

"L'UE - chiarisce - sostiene pienamente la fornitura di paesi a basso e medio reddito attraverso lo strumento COVAX. Ci sono altri 16 milioni di dosi in attesa che il rilascio del controllo di qualità venga spedito in Europa. Quasi 10 milioni di dosi saranno consegnate ai paesi dell'UE durante l'ultima settimana di marzo, il saldo ad aprile poiché le dosi sono state approvate per il rilascio dopo il controllo di qualità. Non è corretto descriverlo come una scorta. Il processo di produzione dei vaccini è molto complesso e richiede tempo. In particolare, le dosi di vaccino devono attendere l'autorizzazione del controllo di qualità dopo che il riempimento delle fiale è stato completato".