Covid, aumenta la circolazione in Italia: contagi e fasce di età più colpite

·1 minuto per la lettura
covid circolazione italia
covid circolazione italia

Il consueto monitoraggio settimanale dell’ISS ha certificato un aumento della circolazione del Covid in Italia con un incremento di tutti i parametri pandemici, primi tra tutti l’indice di contagio (salito a quota 1.21) e l’incidenza ogni 100 mila abitanti (passata da 53 a 78). Silvio Brusaferro ha reso note le fasce d’età pù interessate dai contagi.

Covid, aumenta la circolazione in Italia

In tutte le Regioni il virus ha ripreso a circolare e questo si traduce in un aumento dei casi” ha affermato dopo la diffusione del report. Negli ultimi 7 giorni, ha evidenziato, si è riscontrata una crescita dei casi nelle fasce d’età intermedie, 30-39 anni e 40-49 anni, “che poi hanno la quota di popolazione non vaccinata più significativa“, e tra i giovani per i quali ancora non è raccomandata la vaccinazione.

L’analisi dei casi pediatrici di infezione, ha continuato, mostra come anche in questa fascia di età ci sia un’aumentata circolazione del virus, in particolare nella popolazione sotto i 12 anni. Anche dal punto di vista dell’impatto dei ricoveri, sebbene con numeri limitati (“parliamo di una, due o tre persone“), si mostra un lieve movimento che sta a indicare come il Covid stia circolando di più anche in questa categoria.

Covid, aumenta la circolazione in Italia

Quanto alla situazione europea, ha concluso Brusaferro, la mappa europea ha mostrato un continente diviso in due con le parti confinanti con la zona orientale maggiormente in rosso: “In Europa la circolazione è in netto aumento e le curve ci mostrano come anche nel nostro paese i casi sono in crescita, ma in modo più contenuto rispetto ad altri paesi“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli