Covid, in Austria scatta il lockdown per i non vaccinati

·1 minuto per la lettura
featured 1539347
featured 1539347

Roma, 15 nov. (askanews) – Inizia il lockdown in Austria per circa due milioni di persone, coloro che non si sono vaccinati contro il Covid-19 o che non hanno completato il ciclo vaccinale, mentre il Paese sta affrontando una nuova impennata di casi. “Signore e signori – ha detto il cancelliere Alexander Schallenberg – la situazione Covid in Austria è molto seria”. “Il nostro compito come governo è di proteggere le persone, ed è quello che stiamo facendo. Ci stiamo assumendo la responsabilità. Se l’incidenza tra i vaccinati scende, quella tra i non vaccinati sale in modo esponenziale”.

Il lockdown vale per i non vaccinati che hanno piu di 12 anni: potranno uscire di casa solo per motivi limitati, come andare a lavoo o a fare la spesa. Il 65% della popolazione austriaca è completamente vaccinato, uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale. Il tasso di infezione a sette giorni è di oltre 800 casi ogni 100.000 persone, uno dei più alti d’Europa.

Dopo l’annuncio ufficiale sono iniziate le proteste a Vienna. “Sono qui perché voglio combattere per i miei diritti, questa decisione è assolutamente discrimatoria” dice una residente di Vienna”.

“Questo è il mio corpo, i nostri corpi, abbiamo il diritto di decidere per noi stessi, è davvero discriminatorio quello che sta accadendo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli