Covid, l'avvertimento di Speranza: "La sfida non è vinta"

·1 minuto per la lettura
Covid, l'avvertimento di Speranza:
Covid, l'avvertimento di Speranza: "La sfida non è vinta" (Photo by Marco Cantile/LightRocket via Getty Images)

Nuovo avvertimento da parte del ministero della Salute Roberto Speranza: "Il nostro Paese attraversa una fase diversa, la campagna di vaccinazione prosegue in modo positivo" e questo dato "ha avuto una conseguenza molto forte. La situazione è cambiata positivamente".

Il ministro lo ha detto, citando i dati di ospedalizzazioni e terapie intensive, alla conferenza programmatica del Psi. "Va detto che non dobbiamo assolutamente considerare vinta questa sfida", ha aggiunto, e serve la "massima attenzione anche alla luce di una presenza di nuove varianti che non ci fanno stare tranquilli" ha aggiunto il ministro affermando che "la partita è ancora tutta da giocare" e "l'epidemia non è chiusa".

In merito ai vaccini, Speranza ha spiegato: "Si continuano a somministrare oltre 500mila dosi al giorno, siamo arrivati questa mattina oltre le 53 milioni di dosi somministrate e questo ha avuto una conseguenza molto forte. Basti pensare che avevamo quasi 30mila persone in ospedale per il Covid, ora ne abbiamo meno di 1500, eravamo arrivati a quasi 3.800 persone in terapie intensiva ora siamo intorno alle 200. E' una situazione notevolmente cambiata in positivo". 

GUARDA ANCHE - Chi è Roberto Speranza

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli