Covid: avvocati Milano, 'obbligo Green pass in mense aziendali non serve'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 23 ago. (Adnkronos) – Il green pass nelle mense aziendali è "un obbligo che non serve: le norme di sicurezza esistono già". E' in sintesi la posizione della Commissione Lavoro dell'Ordine degli avvocati di Milano. In una lunga nota, con tanto di riferimenti legislativi, si ricorda come "il datore di lavoro deve adottare tutti i sistemi ed i criteri per la miglior tutela della salute e dell'integrità fisica (e morale) dei propri dipendenti".

Vista la distinzione esistente tra la ristorazione aperta al pubblico e quella aziendale accessibile solo ai lavoratori – i quali ne usufruiscono sul posto di lavoro dove sono già in vigore protocolli e presidi di sicurezza e dove, ad oggi, non è previsto il green pass per l’accesso – "Non esiste alcuna normativa che imponga l'adozione di ulteriori e diversi metodi di tutela che, in un qualche modo, costringa il datore di controllare se il dipendente sia stato, o meno, sottoposto a vaccinazione e sia, o meno, titolare di idonea certificazione denominata green pass".

Per cui "Non esiste alcun obbligo diverso per l'accesso alla eventuale mensa aziendale, se tale luogo è nelle pertinenze dell’azienda. Il discorso vale "per i lavoratori che prestano la loro attività in regime di somministrazione, posto che l'azienda somministrante avrà gli stessi obblighi e gli stessi doveri del datore di lavoro che fruisca dell’opera del lavoratore somministrato".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli