Covid, Barillari: "Rifarei tweet su Eriksen, non mi devo scusare di nulla"

·1 minuto per la lettura

Il consigliere regionale del Lazio Davide Barillari, espulso dal Movimento 5 Stelle, non fa marcia indietro sul tweet in cui associa il vaccino al malore di Christian Eriksen agli Europei di calcio. "Se tornassi indietro rifarei il post, non mi devo scusare di nulla", afferma all'Adnkronos rimarcando "che c'è un tema più grande, che non è il calciatore ma le reazioni avverse. Il punto è questo".  

VIDEO - Luis Enrique ad Eriksen: "Ti aspettiamo in campo"

" Ma chi si deve vergognare? Io che faccio un post o chi ha le informazioni e non approfondisce? Io non ho la verità assoluta. Ma dico che bisogna investigare. E ciò -precisa- non vuol dire fare sciacallaggio. Non ci sono certezze. Tutti i calciatori sono stati vaccinati. La nazionale è stata vaccinata, come le forze dell'ordine, gli infermieri e i medici. Io penso che tutti in Europa siano vaccinati. Per me ogni cosa è strumentale per aprire il dibattito", rilancia l'esponente politico. 

"Questo di Eriksen è uno dei tanti casi in cui non c'è chiarezza né voglia di approfondire. Confermo che ci sono morti e reazioni avverse, paralisi, trombosi di persone a seguito del vaccino, i numeri sono alti. Vorrei che si indagasse per capire cosa succede. Chiedo trasparenza. Questo tweet -conclude- l'ho scritto per avere informazioni che non mi stanno dando". (di Roberta Lanzara) 

VIDEO - Il messaggio di Vieri a Eriksen

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli