Covid: Barozzi, 'preoccupati per settore fiere, governo dia indicazioni chiare'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 21 dic. (Adnkronos) – "La preoccupazione c'è ed è evidente. La ripresa delle rassegne fieristiche e degli eventi avvenute in questi ultimi mesi nel pieno rispetto di tutte le norme anti-Covid, avevano alimentato un clima di fiducia. Ora, con il prolungamento dello stato di emergenza sanitario fino al 31 marzo 2022 e la curva dei contagi in risalita, la situazione, anche dal nostro punto di vista, non può che complicarsi e destare una motivata inquietudine". Marco Barozzi, presidente di Fair (Fiere autonome italiane riunite), la nuova associazione che rappresentare il comparto degli organizzatori autonomi di fiere ed eventi, prende atto di una situazione in evoluzione che per il settore potrebbe voler dire frenare una ripresa da poco iniziata.

"Questa situazione di incertezza è fonte di grande preoccupazione, anche alla luce delle decisioni adottate in altri Paesi europei, come la Germania, dove sono state annullate rassegne fieristiche di richiamo internazionale. Per questi motivi ritengo che la Ue e il nostro governo debbano esprimere indirizzi chiari e uniformi che tengano conto delle tante realtà presenti all’interno nostro settore; allo stesso tempo mi auguro che le restrizioni imposte in questi ultimi giorni per contrastare la diffusione dei contagi possa limitarsi al periodo natalizio e che, insieme alla campagna vaccinale, si possa uscire rapidamente da una situazione che potrebbe evolversi in qualcosa di molto peggio. Se questo si dovesse verificare, allora è chiaro che il governo non potrebbe prescindere da forme di sostegno in grado di aiutare fortemente il settore", sottolinea.

"Nel rispetto di tutte le norme anti-Covid previste, chiediamo a chi ci governa indicazioni chiare, omogenee, che tengano conto di tutte le peculiarità del comparto garantendoci la possibilità di continuare a operare per il bene dei nostri associati e per l’economia del Paese", conclude Marco Barozzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli