Covid, in Basilicata aumentano gli stranieri positivi

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Altri tre stranieri, fra cui due migranti ospitati in centri di accoglienza, e un lucano che ha effettuato il tampone in Puglia sono positivi al coronavirus. Sono i dati dell'ultimo aggiornamento della task force regionale. Ieri in Basilicata sono stati effettuati 295 tamponi e tre sono stati i positivi, riguardanti i tre stranieri, ora in isolamento domiciliare (uno a casa e gli altri due nei centri di accoglienza).

I dati del bollettino quotidiano della task force regionale riguardano solo ed esclusivamente i lucani residenti con tampone positivo registrato in Basilicata: i casi Covid lucani sono 3 (in isolamento domiciliare) mentre le persone guarite sono 372 e quelle decedute 28. Vengono conteggiati a parte gli stranieri contagiati: due donne straniere provenienti dalla Moldavia, entrambe ricoverate a Potenza nel reparto di malattie infettive; altre tre persone arrivate dall'estero e in isolamento domiciliare; 38 migranti ospitati nei centri di accoglienza, tutti in quarantena obbligatoria.

Inoltre nel bollettino non vengono conteggiati due lucani, in isolamento domiciliare in Basilicata, con tampone effettuato rispettivamente in Emilia Romagna e in Puglia. Integrando tutti i dati, i casi attuali sono 48 (44 sono stranieri), di cui due persone in ospedale per Covid19 ma nessuna in terapia intensiva e 46 in isolamento. Dall'inizio dell'emergenza sanitaria sono stati esaminati 45.091 tamponi, di cui 44.625 risultati negativi. Quanto alle percentuali, sul totale dei test i positivi sono sempre l'1 per cento mentre il tasso di letalità è del 6,9%, più basso sia rispetto alla media del Sud Italia (9,7%) sia a quella nazionale (14,4%).