Covid, Bassetti: "A ottobre virus rialzerà la testa"

Covid, Bassetti:
Covid, Bassetti: "A ottobre virus rialzerà la testa"

"Se si è nella categorie a rischio non bisogna aspettare per ricevere il booster aggiornato del vaccino anti Covid perché potrebbe essere tardi”. Lo ha detto l'infettivologo genovese, Matteo Bassetti, durante la presentazione della nuova campagna informativa della Regione Liguria e dell'Azienda ligure sanitaria (Alisa) sulla vaccinazione anti-Covid in vista della stagione autunnale.

LEGGI ANCHE: Elezioni, come funziona il voto domiciliare per chi è positivo al Covid

E' evidente che il virus rialzerà la testa e tornerà a circolare verosimilmente dalla metà-fine del mese di ottobre", ha pronosticato Bassetti. "E' il momento di fare la formica - ha detto rivolgendosi soprattutto a fragili e over 60 - e non la cicala. Fare le formiche, in questo momento di calma, vuol dire fare le provviste per l’inverno, ovvero mettere da parte gli anticorpi in vista di un aumento di circolazione del virus”.

LEGGI ANCHE: Covid, Gimbe: "Il piano per la riapertura delle scuole è inadeguato"

Usando una metafora legata alla tecnologia, lo studioso, per spronare la popolazione a sottoporsi alla quarta dose ha poi spiegato: “I vaccini non sono come i cellulari: quelli che ci sono ora vanno benissimo, non serve aspettare tre, quattro settimane per il nuovo modello“. L’infettivologo ha quindi concluso: “La maggioranza della popolazione, oggi, ha gli anticorpi, ma una parte li perde più velocemente, quella per cui è prevista la quarta dose. Nessuno è qui a imporre nulla, ma a raccomandare la vaccinazione ad alcune fasce della popolazione più a rischio. Oggi vaccinarsi è un’opportunità, un atto d’amore verso se stessi, gli altri e anche verso il sistema sanitario”.

LEGGI ANCHE: Covid, Pregliasco: "I casi aumenteranno, ecco perché"

GUARDA ANCHE: Covid, Rezza "Importante vaccinarsi con le dosi booster"