Covid, Bassetti: “Il 75% dei pazienti ricoverati sono cittadini non vaccinati”

·1 minuto per la lettura
bassetti pazienti non vaccinati
bassetti pazienti non vaccinati

L’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova Matteo Bassetti ha fatto il punto sui ricoveri nella sua clinica spiegando che il 75% dei pazienti ricoverati in questa fase della pandemia è rappresentato da cittadini non vaccinati.

Bassetti sui pazienti non vaccinati

Si tratta, ha approfondito l’esperto, di una popolazione mediamente più giovane rispetto a prima con un’età media intorno ai 55 anni. “Su questi malati oggi, rispetto a un anno fa, abbiamo delle armi in più che non vorremmo usare perché vorremmo poter evitare questi ricoveri, ma siamo evidentemente forzati ad utilizzarle“, ha aggiunto.

Il resto dei ricoveri è invece composto da soggetti vaccinati anche con due dosi che hanno ricevuto il siero nei mesi di febbraio-marzo. In genere, ha chiarito, sono persone molto anziane o ultraottantenni per le quali però il vaccino, pur non proteggendo completamente dell’ospedalizzazione, “offre comunque una copertura nei confronti della forma più grave“.

Bassetti sui pazienti non vaccinati e gli anticorpi monoclonali

Bassetti si è poi espresso anche sull’utilizzo degli anticorpi monoclonali grazie a cui, se utilizzati nei primi giorni della malattia, “abbiamo ridotto moltissimo le ospedalizzazioni“. Negli ultimi due giorni, ha concluso, la sua clinica ne ha somministrati 8 ad altrettanti pazienti che poi sono tornati a casa loro. Si tratta quindi di uno strumento di grande aiuto non solo per evitare il ricovero ma anche per gestire i pazienti e ridurne la degenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli