Covid, Bassetti: “Obbligo di mascherina non ha senso, si rischia uso cosmetico”

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Secondo l’infettivologo del San Martino di Genova Matteo Bassetti, è inutile continuare ad usare le mascherine ovunque: i dispositivi di protezione vanno usati quando sono effettivamente utili, altrimenti il rischio di mantenere l’obbligo è quello di un loro uso cosmetico.

Bassetti sull’obbligo di mascherina

La mascherina va usata quando serve, vedo tante persone che hanno mascherine in tasca e nelle borsette che risalgono alle guerre puniche. Il problema non è avere la mascherina ma usare questo strumento quando ha senso“, ha spiegato. Per la maggiore contagiosità della variante Omicron del virus, ha continuato, anche in mancanza di obbligo dovrebbero continuare a usarla le persone fragili e gli anziani.

Per gli altri, ha senso mantenere l’utilizzo facoltativo con forti raccomandazioni in alcuni contesti ma non l’obbligo: “Altrimenti si continua a svilire lo strumento e si rischia un suo uso cosmetico“.

Dove è ancora obbligatoria la mascherina

Dal primo maggio in molti luoghi non è più necessario indossare i dispositivi di protezione: la norma prevede che sia comunque necessario portarli con sé e utilizzarli in caso di assembramenti nei negozi, nei supermercati, nei ristoranti, negli stadi e nelle arene all’aperto. Fino al prossimo 15 giugno c’è invece ancora l’obbligo di indossarli sui trasporti, in classe, nei cinema, nei teatri, negli eventi sportivi al chiuso, negli ospedali e nelle Rsa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli