Covid, Bassetti: "Oggi è tabù ma non finisce come campagna elettorale"

Matteo Bassetti
Matteo Bassetti

Matteo Bassetti, noto infettivologo e direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, ha fatto una profezia riguardo il Covid. Il dottore ha invitato gli italiani a vaccinarsi.

Covid, la profezia di Bassetti: “Non finisce come la campagna elettorale”

Poche quarte dosi fatte, nuove varianti in arrivo e numeri in aumento. Matteo Bassetti commenta così l’attuale situazione, soprattutto in vista di un grosso aumenti di casi nel Regno Unito: “Aumentano del 30% i casi di Covid-19 in UK. Da noi pochissime quarte dosi agli anziani/fragili e poco interesse generale sul tema. E’ diventato argomento tabù. Occhio che è forse finita la pandemia, ma il Covid non finisce come la campagna elettorale“.

Bassetti contro il Ceo di Pfizer

Poi il dottor Bassetti attacca il numero 1 di Pfizer accusandolo di conflitto d’interesse. L’infettivologo ligure ha lanciato una frecciatina nemmeno troppo velata su Twitter dove ha scritto: “Qualcuno dovrebbe imparare a parlare dei suoi problemi di salute solo al suo medico“. Matteo Bassetti ha commentato in questo modo le parole di Albert Bourla, Ceo di Pfizer, che aveva annunciato così la sua positività al Covid: “Sono risultato positivo al Covid. Mi sento bene e senza sintomi. Non ho ancora ricevuto il nuovo booster bivalente perché stavo seguendo le linee guida dei Cdc ( Centers for Disease Control and Prevention). Sto aspettando 3 mesi dal mio precedente caso Covid che risale a metà agosto. Anche se abbiamo fatto grandi progressi, il virus è ancora con noi“.