Covid, Bassetti spiega perché la nuova campagna vaccinale potrebbe essere un fallimento

Bassetti quarta dose
Bassetti quarta dose

La nuova campagna vaccinale potrebbe preannunciarsi un flop. Lo ha affermato l’infettivologo e direttore del reparto di malattie infettive del San Martino di Genova Matteo Bassetti. Sentito a Radio Capital, l’esperto ha spiegato perché procedere con le vaccinazioni ad agosto potrebbe non essere una scelta giusta, suggerendo piuttosto di partire a settembre.

Bassetti sulla quarta dose: “Non si può organizzare una campagna vaccinale da un momento all’altro”

Tra i fattori sui quali Bassetti ha puntato l’attenzione ci sarebbe un’eccessiva fretta con la quale sarebbe stata pianificata questa campagna: Non si può organizzare una campagna vaccinale da un momento all’altro”, ha affermato. Ha poi aggiunto: “Vogliamo fare le vaccinazioni ad agosto, correndo, e invece rischiamo di avere lo stesso insuccesso della campagna sulla quarta dose. Partiamo allora in maniera rigorosa dal primo di settembre”. 

“Fermare questa variante è impossibile”

Non ultimo Bassetti ha osservato che è necessario ripensare le misure di protezione chiedendo meno rigore da una parte e al contempo vigilando sui soggetti più fragili: “Oggi il virus fa danni tra le persone anziane e immunodepresse. Con loro bisogna prestare attenzione, usare mascherine e fare richiami vaccinali. Per il resto della popolazione, se sono vaccinate e in alcuni casi hanno anche già incontrato il virus e sono guariti, bisogna dare indicazioni di carattere generale senza essere così ferrei come siamo stati fino a oggi”. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli