Covid, Bassetti: "Virus non è più lo stesso, mortalità è a zero"

·1 minuto per la lettura

"I dati della Clinica Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova (di prossima pubblicazione) confermano quanto detto" in merito all'andamento dell'epidemia di Covid-19 in Italia: "Abbiamo avuto 323 ricoverati. La mortalità ospedaliera dei pazienti ospedalizzati nei mesi da febbraio a maggio è stata dell'11,4%, quella nei mesi di giugno e luglio è stata 0. Questi sono numeri. Non ipotesi e supposizioni". Lo sottolinea Matteo Bassetti, direttore di Malattie infettive al S.Martino e presidente della Società italiana di terapia antinfettiva (Sita).

"Diamo un po' di numeri", scrive il medico in un post su Facebook. "I dati diffusi ieri dal ministero della Salute ci dicono che i ricoverati in terapia intensiva (48) e negli altri reparti ospedalieri sono in continua diminuzione. Questo a fronte di un incremento del numero dei soggetti risultati positivi al tampone per Sars-CoV-2 ovvero di soggetti, per la maggioranza, asintomatici, portatori sani di virus. E' evidente che oggi è tutto molto diverso rispetto a 5 mesi orsono", afferma l'infettivologo.

"Questi dati - aggiunge - evidenziano come negli ultimi 2/3 mesi sia profondamente cambiata la presentazione e l'evoluzione clinica della malattia. Non è più la stessa che abbiamo conosciuto a marzo", assicura Bassetti. "Chi come me lavora in ospedale dall'inizio della epidemia italiana - sostiene - ha potuto vedere un cambio repentino della capacità di mordere e di far male da parte di questo virus".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli