Covid, Battiston: “Autunno diverso da quello del 2020 grazie a vaccini e green pass”

·1 minuto per la lettura
Battiston sull'autunno 
Battiston sull'autunno

Secondo il matematico Roberto Battiston il prossimo autunno sarà diverso da quello del 2020 grazie alla massiccia somministrazione di vaccini: pur avendo registrato più contagi durante quest’estate che in quella precedente, “da metà agosto siamo in continua decrescita“.

Battiston sull’autunno

Intervistato da Repubblica, l’esperto ha spiegato che senza vaccini saremmo stati in una situazione peggiore rispetto a quella dell’ottobre del 2020 quando l’Italia stava per affrontare la seconda ondata di contagi. Nonostante l’estate appena trascorsa sia stata più difficile della precedente a causa della variante Delta, che ha causato un’impennata dell’Rt e dei casi positivi giornalieri, “si è fatto sentire l’effetto della campagna vaccinale, che ne ha domato l’effetto della Delta facendo piegare verso il basso sia la curva dell’Rt che quella dei nuovi infetti quotidiani“.

Battiston sull’autunno: “Niente di simile all’anno scorso”

Se infatti l’estate dell’anno scorso aveva fatto registrare numeri relativamente bassi, non avendo ancora i vaccini i nuovi infetti e l’Rt crebbero in modo rapidissimo dopo la riapertura delle scuole e delle attività produttive portando a fine novembre il numero degli attualmente positivi a quota 800mila. “Quest’anno non sta accadendo niente di simile: siamo partiti, come detto, da numeri estivi più alti ma da metà agosto siamo in continua decrescita“, ha evidenziato.

Tutto merito dei vaccini e, da agosto, anche del green pass, ha concluso Battiston.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli