Covid, in Belgio morte una bimba di 3 anni e una ragazza di 18

·1 minuto per la lettura

Una bimba di tre anni e una ragazza di 18, malate di Covid-19, sono decedute in Belgio. La piccola soffriva già di altre patologie. Ad annunciarlo è stato il portavoce interfederale Boudewijn Catry. "Una notizia che ci tocca nel profondo come scienziati e come genitori", ha commentato. Per quanto la malattia colpisca tutte le fasce di età, è più pronunciata tra la popolazione attiva, che rappresenta l'85% dei casi diagnosticati la scorsa settimana.

I decessi da Covid-19 tra i giovani restano eccezionali e spesso sono legati ad altri fattori. Ma il centro di crisi a Bruxelles vuole utilizzare questo tragico esempio perché tutti, giovani e anziani, siano coscienti della situazione. "E' necessario che la perdita di questi due giovani e delle 9810 altre vittime del Covid ci riporti con i piedi per terra. Il virus è ancora qui e la nostra attenzione non può abbassarsi", ha sottolineato il portavoce.

Intanto, i casi di contagio nel Paese sono aumentati dell'89% in una settimana. Ad annunciarlo è stato l'ente responsabile per la Sanità Spf, a sei settimane dalla riapertura di bar e ristoranti. In media ci sono stati 221 nuovi contagi ogni giorno tra il 13 ed il 20 luglio. La media giornaliera è stata di 117 dal 7 al 13 luglio. Oggi il paese ha annunciato la morte di una bambina di tre anni per Covid-19.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli