La Germania dichiara l'Italia zona a rischio Covid (ma non la Calabria)

Livia Paccarié
·1 minuto per la lettura
(Photo: Stadtratte via Getty Images)
(Photo: Stadtratte via Getty Images)

La Germania ha dichiarato tutta l’Italia “zona a rischio”, escludendo solo la Calabria. È il Robert Koch Institut (Rki), il centro epidemiologico tedesco, ad aver aggiornato la lista delle aree geografiche in Europa nelle quali la diffusione della pandemia di Covid-19 ha superato i 50 nuovi contagi su 100mila abitanti. Chi rientra in Germania da tali aree ha l’obbligo di mettersi in quarantena.

Nella pagina internet dell’Rki si trova la lista completa: oltre all’Italia, vi è tutta l’Austria (escluse solo due comunità), la Croazia, la Slovenia, Cipro, l’Ungheria, il Principato di Monaco, San Marino. Vi compaiono inoltre determinate regioni della Svezia, del Portogallo, della Danimarca, della Lettonia e della Grecia. Anche il Vaticano è entrato nella lista delle zone a rischio ma anche gran parte della Germania stessa ormai rientra nella categoria “zone a rischio Covid”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.