Covid, Biden accusa: Cina nasconde informazioni su origini virus

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 ago. (askanews) - Joe Biden ha rilanciato nellagiornata di venerdì rilancia le accuse che il suo predecessore Donald Trump aveva rivolto alla Cina sulle sue responsabilità nella nascita della pandemia di Covid 19. "Faremo tutto il possibile - ha scritto il presidente degli Stati Uniti, dando conto del rapporto urgente che aveva richiesto alle autorità di intelligence statunitensi, che ha ringraziato nel suo messaggio - per rintracciare le radici di questa epidemia che ha causato così tanto dolore e morte in tutto il mondo, in modo da poter prendere tutte le precauzioni necessarie per evitare che si ripeta.

"Nella Repubblica popolare cinese - ha affermato Biden - esistono informazioni critiche sulle origini di questa pandemia, ma fin dall'inizio i funzionari del governo cinese hanno lavorato per impedire agli investigatori internazionali e ai membri della comunità sanitaria pubblica globale di accedervi. Fino ad oggi, la Repubblica popolare cinese continua a respingere le richieste di trasparenza e a trattenere le informazioni, anche se il bilancio di questa pandemia continua ad aumentare. Avevamo bisogno di queste informazioni rapidamente, dalla RPC, mentre la pandemia era ancora nuova".

"Dal suo insediamento, la mia amministrazione - ha rivendicato il capo della Casa Bianca - ha rinnovato la leadership degli Stati Uniti nell'Organizzazione mondiale della sanità e ha radunato alleati e partner per rinnovare l'attenzione su questa questione critica. Il mondo merita risposte e non mi fermerò finché non le avremo. Le nazioni responsabili non si sottraggono a questo tipo di responsabilità nei confronti del resto del mondo. Le pandemie non rispettano i confini internazionali e tutti dobbiamo capire meglio come è nato il COVID-19 per prevenire ulteriori pandemie".

"Gli Stati Uniti - ha proseguito - continueranno a lavorare con partner che la pensano allo stesso modo in tutto il mondo per spingere la RPC a condividere pienamente le informazioni e a cooperare con la determinazione di Fase II basata sull'evidenza e guidata da esperti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità sulle origini di COVID-19, anche da fornendo accesso a tutti i dati e le prove pertinenti. Continueremo inoltre a premere sulla RPC affinché aderisca alle norme e agli standard scientifici, inclusa la condivisione di informazioni e dati dai primi giorni della pandemia, protocolli relativi alla biosicurezza e informazioni provenienti dalle popolazioni animali. Dobbiamo avere un resoconto completo e trasparente di questa tragedia globale. Niente di meno è accettabile", ha concluso Biden.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli