Covid, biologo Bucci: "Virus c'è ancora. Stiamo sereni, ma vigili"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il virus "c'è ancora. I progressi della ricerca continuano, vite ne possiamo salvare già ora in numero maggiore. E quando la comunità scientifica avrà finito, saremo al sicuro; ma oggi è indispensabile non rimuovere il virus dal nostro orizzonte cognitivo, come a tutti i costi qualcuno vorrebbe". Lo sottolinea Enrico Bucci, ricercatore in Biochimica e Biologia molecolare e professore alla Temple University di Filadelfia, che invita a stare "sereni ma vigili".

"Le parole vanno sempre usate con cautela - scrive Bucci sul 'Foglio' - e non devono prevalere sui dati, che devono essere sempre resi disponibili nel momento in cui si fa una certa affermazione, non dopo; ecco infine perché chi nega la pericolosità del virus e lancia accuse di 'comunicazione del terrore' dovrebbe in realtà rifugiarsi in un più dignitoso silenzio, anche ricordando cosa affermava 35.000 morti fa in Italia".