Covid: Bonaccini, 'va bene coprifuoco alle 23 ma Salvini al governo non può giocare a poker'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 apr. (Adnkronos) – "Sono d’accordo con Draghi quando dice che ci stiamo assumendo un rischio calcolato per la graduale riapertura in sicurezza. Come nella fase delle restrizioni, occorre ascoltarsi e condividere il più possibile. Nel merito penso che le attività individuali, ad esempio in palestra, potessero già essere svolte in sicurezza" e "che il coprifuoco potesse slittare alle 23 e che la presenza di pubblico ad eventi sportivi potesse essere normata esattamente come quella che finalmente parteciperà agli eventi culturali. Ma eviterei contrapposizioni". Lo dice il presidente dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini in un'intervista al 'Corriere della Sera'.

Quanto alle posizioni del segretario della Lega, Matteo Salvini, "rilancia ogni volta, ma governare un Paese non è come stare a un tavolo di poker. La Lega fa parte della maggioranza, esprime ministri di peso e non può pensare di essere allo stesso tempo l’opposizione, magari perché incalzata a destra da Giorgia Meloni. Fa bene Enrico Letta a marcarla a uomo, stando al merito delle cose da fare".