Stop obbligo vaccino per sanitari, restano mascherine in ospedali e Rsa

(Adnkronos) - Sarà anticipata dal 31 dicembre 2022 al 1° novembre 2022 la scadenza dell'obbligo vaccinale per chi esercita la professione sanitaria, compresi quindi medici e infermieri. Lo prevede la bozza del decreto Covid-Giustizia che, secondo quanto si apprende, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri. Sarà prorogato l'obbligo di mascherine in ospedali, Rsa e ambulatori, secondo la nuova ordinanza che sarà firmata a breve dal ministro della Salute, Orazio Schillaci. L'obbligo, che scade oggi, dovrebbe restare in vigore fino al 31 dicembre di quest'anno.

BOZZA DECRETO GIUSTIZIA - Slitta al 30 dicembre l'entrata in vigore del decreto legislativo di riforma del processo penale, originariamente, prevista per domani, secondo quanto dispone la bozza del decreto legge.

Lo slittamento è stato disposto, come è stato spiegato da fonti del governo, per garantire l'impatto ottimale della riforma sull'organizzazione degli uffici giudiziari, accogliendo anche la richiesta di 26 procuratori generali che, in una lettera al ministro Carlo Nordio, hanno messo in evidenza i problemi e le difficoltà interpretative delle norme, in assenza di una disciplina transitoria, soprattutto per la parte relativa alle indagini preliminari. Il rinvio, hanno chiarito le stesse fonti, rispetta comunque le scadenze del Pnrr, che prevede che la riforma sia attuata entro la fine dell'anno.

L'accesso ai benefici penitenziari, inoltre, si legge sulla bozza del decreto legge, per i condannati per reati di mafia e terrorismo è possibile "anche in assenza di collaborazione con la giustizia" se è avvenuta una "riparazione pecuniaria" del danno alle vittime e se è stata dimostrata la cessazione dei collegamento con la criminalità organizzata attraverso "elementi specifici".