Covid, Brusaferro: "Curva contagi scende, estate più libera"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Il Covid e l'estate 2021? In Italia ci sarà maggiore libertà. La previsione è del presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, che in un'intervista al Corriere della Sera dice: "La curva dei contagi è in discesa, ma non si può aprire tutto. L’estate sarà più libera". Il presidente dell'Iss spiega che "abbiamo guadagnato uno spazio per riaprire qualcosa ed è la scuola. Continuiamo così per guadagnare altri spazi".

"La scuola è sempre stata una priorità non solo in Italia - sottolinea Brusaferro - Anche l’Oms ha attivato un tavolo di lavoro su questo tema. In situazioni in cui l’incidenza è elevata si deve ricorrere alla didattica a distanza, però rendere possibile ai ragazzi il ritorno sui banchi è l’obiettivo principale. Un elemento importante è l’età. Nelle fasce più giovani l’infezione circola meno e c’è minore rischio di trasmissione agli adulti. È un argomento di dibattito a livello internazionale. Gli studi ci dicono che sono importanti le misure di prevenzione nella didattica in presenza e che per evitare l’aumento dell’incidenza serve uno stretto controllo sulle attività che girano attorno alla scuola, prima e dopo".

Perché mantenere le restrizioni attuali per tutto aprile? "I numeri parlano da soli - chiarisce l'esperto - L’occupazione dei posti letto nelle terapie intensive è cresciuto dal 36 al 39%, come conseguenza dell’aumento dei casi. La soglia da non superare è del 30%".

Per le vacanze, Brusaferro rassicura: "Andiamo verso la stagione calda dove sarà più facile restare all’aperto e questo favorirà il rallentamento della trasmissione, sempre mantenendo distanziamento, mascherina e igiene delle mani. Possiamo però pensare a periodi di vacanza dove potremmo concederci qualche libertà in più facendo tesoro della lezione imparata la scorsa estate, vissuta un po’ troppo allegramente".